IL REGOLAMENTO ASSOCIATIVO

Articolo 1 - Premessa
Questo Regolamento interno è parte integrante dello Statuto dell’Associazione Culturale Spaziofatato. I soci che aderiscono a qualunque titolo all’Associazione stessa lo condividono pienamente e senza riserve. Il presente Regolamento è concordato dal Consiglio Direttivo che lo sottoscrive interamente. Eventuali modifiche devono essere approvate dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei membri. Il Regolamento (ed eventuale modifica) viene pubblicato sul sito Internet dell’Associazione.

 

Articolo 2 - Scopi
L’Associazione persegue gli scopi statutari attraverso l’azione diretta e indiretta dei soci, anche usufruendo dell’ausilio di persone ed entità esterne che agiscano esclusivamente per il raggiungimento degli scopi sociali nel loro operato in seno all’Associazione.

 

Articolo 3 - Norme comportamentali
E’ espressamente vietato, all’interno dell’Associazione discutere su questioni che riguardino la politica, la religione, le credenze e gli orientamenti altrui e che comunque consistano in atti finalizzati a generare dissidio dentro e fuori l’Associazione stessa.
Lo scopo conviviale e culturale dell’Associazione si esprime attraverso la maturità e la consapevolezza di ogni singolo socio. I comportamenti offensivi, lesivi della dignità, indirizzati a creare dissidio o a portare offesa alla onorabilità dell’Associazione saranno puniti con l’immediata e inappellabile espulsione dall’Associazione stessa, decretata dal Presidente che ne è legale rappresentante e garante. Al socio espulso non è consentito rinnovare la richiesta di ammissione alla Associazione.

 

Articolo 4 - Domande di Ammissione
Conformemente a quanto previsto dallo Statuto, le domande di ammissione alla Associazione Culturale Spaziofatato (da presentarsi su apposito modulo scaricabile dal sito) vanno indirizzate alla Presidenza e dovranno essere redatte indicando:

a) nome e cognome del richiedente, luogo e data di nascita, il o i luoghi di residenza e i relativi recapiti telefonici;
b) espressa accettazione delle norme dello Statuto e del Regolamento;
c) espressa accettazione al trattamento dei dati personali ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo 196/2003, nella misura necessaria per il perseguimento degli scopi statutari.

 

Articolo 5 - Ammissione dei Soci
Sull’ammissione dei nuovi soci decide il Comitato Direttivo, che comunicherà l’esito al richiedente. Sono soci le persone la cui domanda di ammissione viene accettata dal Consiglio Direttivo e che versano, entro 15 giorni dall’atto di ammissione (inviando via e-mail copia dell’avvenuto versamento), la quota associativa, differenziata per categoria di appartenenza, che verrà annualmente stabilita dal Comitato Direttivo. La quota associativa si riferisce all’anno solare con decorrenza dalla data di versamento e/o rinnovo. In qualsiasi caso dato da esclusione o recesso, le quote associative non sono rimborsabili. I dati anagrafici personali dei soci, comunque raccolti, sono da considerarsi riservati (vedi Privacy).

 

Articolo 6 - Versamento delle quote sociali
La quota sociale è una delle principali forme di autofinanziamento della Associazione. Le quote sociali devono essere corrisposte in qualunque momento dell'anno sociale a cui si riferiscono. Le quote sociali non possono essere restituite. L’importo della quota associativa annuale è deliberato dal Comitato Direttivo, per le diverse categorie di soci ed entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

 

Articolo 7 - Le quote associative
La quota associativa per l’anno in corso è così fissata:
- Soci Iscritti 5 euro (sono Soci Iscritti coloro che intendono aderire come semplici iscritti all’Associazione versando una quota minima di contribuzione).
- Soci Ordinari 30 euro (sono Soci Ordinari tutti coloro che hanno aderito all’Associazione accettandone le regole descritte nello Statuto, che hanno versato la quota sociale e hanno diritto di voto).
- Soci Autori 100 euro (sono Soci Autori coloro che intendono pubblicare proprie realizzazioni attraverso l’Associazione. La quota è comprensiva di ISBN, correzione di bozze e digitalizzazione dell'opera in .pdf).

 

Articolo 8 – Sede e riunioni
La sede dell’Associazione è definita nello Statuto della medesima e il suo accesso è riservato in esclusiva ai soci e alle persone da essi presentate. L’Associazione può riunirsi convivialmente in sede diversa dalla sede sociale per lo svolgimento delle attività organizzate dall’Associazione stessa: in quel caso deve essere presente almeno uno dei componenti il Consiglio Direttivo a garanzia della ufficialità della riunione. E’ vietato ai soci riunirsi autonomamente senza averne avuto preventiva autorizzazione scritta dal Presidente o da persona da egli incaricata. In caso di riunione non autorizzata, il Consiglio Direttivo provvederà all’immediata espulsione dei soci che venga accertato essere stati presenti alla riunione in questione.
E’ fatto divieto ai soci di organizzare attività non autorizzate dal Consiglio Direttivo o dal Presidente, che comunque deve sempre autorizzarne in prima persona e per iscritto lo svolgimento. Sono considerate accessorie le attività di comunicazione tra i soci in ambito telematico attraverso la posta elettronica o i Social Network e pertanto libere da vincoli che precludano l’espressione dei soci, tranne quando queste siano lesive della integrità morale e materiale dell’Associazione stessa. In questo caso il Consiglio Direttivo delibera immediatamente l’espulsione del socio che contravvenga alla condotta consona all’appartenenza all’Associazione.

 

Articolo 8 - Doveri del Socio
I soci hanno il dovere di contribuire al buon andamento della Associazione partecipando alla vita della stessa e attivandosi con il proprio lavoro volontario alla riuscita delle iniziative culturali. I soci che, nell'espletamento del lavoro volontario richiesto dal Consiglio Direttivo, hanno sostenuto spese per conto della Associazione, hanno diritto al rimborso presentando idonea documentazione delle spese sostenute e preventivamente autorizzate. La documentazione delle spese sostenute deve essere presentata al Tesoriere, che effettuerà gli opportuni controlli contabili e amministrativi e predisporrà la scheda di rimborso spese. Il rimborso sarà effettuato di norma entro 60 giorni dalla presentazione della scheda.

 

Articolo 9 - Sanzioni disciplinari
Al socio che non rispetta in tutto o in parte le disposizioni del presente regolamento e dello Statuto saranno applicate le seguenti sanzioni:
- richiamo scritto;
- esclusione dall'Associazione.

L'esclusione si applica al socio che:
- rechi danno morale e/o materiale all'Associazione o ai suoi membri;
- sia moroso nel versamento delle quote sociali;
- agisca in contrasto con gli interessi dell'Associazione;
- violi in tutto o in parte le decisioni prese dall'associazione;
- abbia compiuto atti contrari ai regolamenti emanati dalla Associazione.

Le espulsioni verranno comunicate dal Consiglio Direttivo al socio per iscritto mediante lettera raccomandata o altro mezzo, anche telematico, ritenuto idoneo.

 

Articolo 10 - Recesso
Il recesso del socio deve comunicato per iscritto al Comitato Direttivo. Ogni associato può disdire la propria iscrizione dall'Associazione in ogni momento. La richiesta di rescissione del proprio tesseramento va comunicata per iscritto (raccomandata A/R) al Presidente. In questo caso sarebbe opportuno specificare le motivazioni della scelta. I Soci che disdicono la loro iscrizione devono restituire la tessera sociale e non hanno alcun diritto al rimborso della quota versata. Inoltre verrà azzerata l'anzianità associativa e non si potranno re-iscrivere per l'anno in corso e per il successivo.

 

Articolo 11 - Votazioni in Assemblea
Le votazioni in assemblea si fanno normalmente per voto palese. L’assemblea generale deve essere convocata dal Presidente o dal Comitato Direttivo con almeno 15 giorni di anticipo, tramite comunicazione per posta elettronica. L’avviso di convocazione dovrà contenere l’indicazione di giorno, ora e luogo della riunione e l’elenco degli argomenti all’ordine del giorno. L’assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione ovvero da un suo facente le veci, comunque membro del Comitato Direttivo; vengono convocati in assemblea tutti i soci che siano in regola con le norme dello Statuto e del regolamento, indipendentemente dal loro diritto di voto.
Le deliberazioni dell’assemblea sono prese a maggioranza di voti: in prima convocazione con la presenza dei due terzi degli aventi diritto al voto; in seconda con deliberazione a maggioranza semplice qualunque sia il numero dei presenti con diritto di voto e in regola con il pagamento delle quote sociali.

 

Articolo 12 - Condizioni generali di eleggibilità
Condizione generale di eleggibilità per tutte le cariche sociali è la qualifica di socio in regola con le obbligazioni assunte con l'Associazione.

 

Articolo 13 - Inventario del patrimonio
L'inventario del patrimonio dell'Associazione deve essere tenuto su un apposito registro e deve essere presentato, debitamente aggiornato, all'Assemblea, unitamente al conto consuntivo.

 

Articolo 14 - Riunioni del Consiglio Direttivo
Le riunioni del Consiglio Direttivo possono farsi anche on line, in videoconferenza, oppure per decisioni urgenti mediante invio di e-mail. In caso di riunione on line, ciascuna e-mail varrà come voto, favorevole o sfavorevole. Le stesse saranno poi incollate sul registro dei verbali.
Il presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione. Promuove l’Associazione verso le aziende, gli enti pubblici e privati, gli ordini professionali, le associazioni di categoria, gli istituti scolastici, le altre associazioni e ogni altro soggetto ritenuto assimilabile per il raggiungimento degli scopi associativi. Agisce per lo sviluppo e l’incremento del prestigio e della visibilità dell’associazione verso l’esterno. Convoca e presiede il Comitato Direttivo e l’Assemblea dei soci. Unitamente al Comitato Direttivo, compatibilmente con le disponibilità finanziare in essere, dovrà definire periodicamente le attività, in particolare convegni, concorsi, premi e manifestazioni di altro genere. Il presidente può delegare a singoli consiglieri, o altri soci, l’organizzazione e la realizzazione delle attività deliberate dal Comitato Direttivo, nonché la trattazione di specifiche materie attinenti.
Spetta al Comitato Direttivo determinare la misura dei contributi straordinari per iniziative non considerate nel bilancio di previsione; azioni e ricerche di interesse collettivo; l’ammontare dei rimborsi spese vive e/o compensi da riconoscere ed erogare ai componenti dell’associazione, dipendenti e prestatori di servizi professionali; nonché eventuali rimborsi spese per i componenti degli organi dell’Associazione. Un membro del Comitato Direttivo che, per qualsiasi motivo, perda la qualità di associato, cessa immediatamente di fare parte del Comitato stesso.

 

Articolo 15 - Approvazione del Regolamento
Al fine di contribuire a una ottimale organizzazione della Associazione, il Consiglio Direttivo approva il presente regolamento.

 

Torna al titolo