UN ANNO ANOMALO: IL 2020

Questo 2020 è stato davvero un anno anomalo, segnato ovunque dalla pandemia di Covid 19.
Siamo riusciti a fare pochissimi eventi a causa del lockdown e delle restrizioni imposte dai decreti per poter restare in sicurezza.

L’8 di marzo abbiamo comunque passato insieme la Festa della Donna. Festa Internazionale, in Italia fu celebrata per la prima volta nel 1945 su iniziativa dell’Unione Donne Italiane di Roma; il rituale dono di mimose nacque dal fatto che il periodo era troppo freddo per altri fiori, a parte le mimose, la cui fioritura precoce è simbolo del ritorno della luce, del Sole e della primavera.
In precedenza le date erano diverse nei vari paesi, poi si scelse l’8 marzo, che corrispondeva al 23 febbraio del calendario giuliano della Russia zarista, giorno della celebre dimostrazione delle madri russe, scese in piazza per chiedere pane per i propri figli e il ritorno dei mariti dalla guerra.

 

 

 

A luglio, il laboratorio emozionale sui Mandala, un viaggio per conoscere il significato delle sfumature cromatiche
e qualche esempio di riciclo creativo dei CD, trasformati in bellissimi Mandala…

 

 

 

 

 

E il laboratorio di scrittura espressiva creativa…

 

 

In agosto, il consueto mercatino dei libri usati e uno scorcio teatrale tratto dal nuovo libro di Elda Katia Damiani
Le orme del tempo

 

 

Purtroppo quest’anno non si terrà la Casa di Babbo Natale, che ha affascinato, negli ultimi anni, grandi e piccini.
Ma, virus permettendo, torneremo il prossimo anno con tante nuove iniziative.
Continuate a seguirci!